AIGG – LA TAPPA VENETA

Pubblicato il Pubblicato in Golf news

A Cà della Nave il terzo momento del Challenge AIGG DIAVOLINA dei Giornalisti Golfisti

Bel successo in Veneto dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, che per festeggiare il quarantesimo della fondazione, ha inteso quest’anno percorre le dieci tappe, tra le più prestigiose. A rendere piacevole e interessante il momento veneto, oltre alle splendide giornate, i Campi in cui si sono svolti i due incontri: il primo al Golf Cà della Nave il 21 aprile, il secondo al Golf Venezia, il 22. Le due strutture non hanno bisogno di tante parole di presentazione. Gli albergatori della zona hanno risposto con simpatia alla domanda di accoglienza dei giornalisti provenienti da pressoché tutte le Regioni d’Italia, che hanno così trovato eccellente l’ospitalità veneta. Per simpatia, Salvatore Brancati il collega di Palermo, è arrivato accompagnato da una cassata siciliana di due chilogrammi, che è andata spazzolata in pochissimo tempo da chi ha avuto l’opportunità di trovarsela vicina. La cronaca della prima giornata a Cà della Nave, la terza tappa del Challenge: Cinquanta golfisti, caratterizzati per la maggiore da hcp medio, han preso il via dalla buca uno. Alcuni, i “fortoni”, non erano presenti, per impegni improcrastinabili. Di certo la latitanza non era da ascrivere al desiderio di evitare la virgola, seppur noto è che Arnold Palmer, nel creare negli anni ’80 il Cà della Nave idoneo a ospitare la Ryder Cup, intendeva costruire un Campo nella logica di non creare eccessive difficoltà ai giocatori medi, riservando queste per i professionisti, e quindi anche per i “bravoni”. Comunque sia, nell’insieme i risultati non sono stati mirabili; il CBA -3, è stato generoso con me, mi ha salvato dalla virgola che avrei preso con il punteggio di 30 punti stableford. Ecco i vincitori: nel netto di prima categoria – 1° Renato D’Argenio (Messaggero Veneto) con punti 36, -2° Paolo Pacciani (Gazzetta di Parma) con 25, -3° Marco Dal Fior (Corriere della Sera) con 31, -il lordo a Roberto Roversi (Il Gazzettino) con 25, -cucchiaio di legno a Roberto Zoldan (Professione Golf Club) 19. In seconda categoria -1° Stefano Spisani (Notiziario Agricolo) con punti 41, -2° Luca Degl’Innocenti (Il Giorno) 37, -3° Sandro Vido (Mattino di Padova) 34, -Cucchiaio di legno a Giordano Tibalducci (RAI) 17. Il primo senior se l’è aggiudicato Marilena Groppo (RAI 2) con 33. Per la categoria Amici ha vinto Maurizio Busetto di Cà della Nave, con 31. Alla premiazione, nella barchessa affrescata, il manager Andrea Aurighi ha indirizzato parole di ringraziamento verso gli intervenuti, e l’auspicio di poter ospitare l’AIGG anche l’anno venturo. Di rimando Marco Dal Fior ha espresso gratitudine a nome di Fulvio Golob e di tutti i giornalisti, per l’accoglienza che il direttore Luigino Conti ha voluto riservarci, definendola eccellente; e così anche per la simpatia e la competenza dimostrata dalle segretarie Annalisa Beltrame e Lavinia Forcato, e da tutto lo staff. Un brindisi, con il sempre gradito Prosecco, ha concluso la premiazione. Bei vasi di cristallo e gadget per tutti. Per la cena è stato scelto un locale raffinato nei pressi: L’Osteria “PERBACCO” dell’Antico Mulino, sui cui tavoli, elegantemente preparati nel tovagliato di fine lino, ci ha allietato con freschissime specialità di pesce. Se parole di apprezzamento ci sono state per il Campo, altrettante sono state per la cena: raffinata ed elegante. Avremmo indugiato maggiormente, ma l’impegno dell’indomani ci consigliava di non fare troppo tardi: Alle 9, infatti, sarebbe partito il battello da Fusina, noleggiato per raggiungere il Lido. Ci attendeva un’altra giornata impegnativa al Golf Venezia, luogo pregno di storia, in cui il Veneto ha conosciuto il Golf. pp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *