EUROPEI INDIVIDUALI FEMMINILI

Pubblicato il Pubblicato in Golf news

Le azzurre si confrontano In Svizzera con le migliori giocatrici del continente

È tempo di occuparci della seconda metà del cielo. Sono meno potenti degli uomini, le signore, ma non per questo vanno trascurate, hanno significati preziosi in Campo. Nel mondo ce ne sono molte di forti, e l’incremento giovanile è costante.
Sul percorso del Golf Club Lausanne, in Svizzera, si è giocato il Campionato Europeo Individuale femminile dove l’Italia era presente con un team di undici donne, tra le migliori azzurre del momento: cinque Girls e sei Ladies, assistite dagli allenatori Roberto e Luigi Zappa e dal fisioterapista Luciano Bonici. Sono reduci dai recenti europei a squadre, dove hanno conquistato la medaglia d’argento. Accanto a loro, in campo quasi tutte le giocatrici più forti del continente, di dieci altre nazioni, comprese Messico e Cina, e ancora, una particolarità, la cinese Xiaolin Tian, che corre individualmente, tesserata per il GC Ambrosiano.
Il torneo si disputa sulla distanza di 72 buche, e dopo 54 c’è il taglio che lascia in gara le prime 60 classificate e le pari merito al 60° posto. Entriamo nel vivo della manifestazione.
    La conclusione della giornata iniziale vede al vertice con 68 (-4) l’olandese Zhen Bontan che precede di misura tre atlete: l’islandese Gudrun Bjorgvinsdottir, la spagnola Paula Neira Garcia e la svedese Lisa Pettersson 69, (-3). Bene le azzurre Caterina Don e Alessia Nobilio, sono all’undicesimo posto con 71 (-1). In buona classifica anche Carlotta Ricolfi, Alessandra Fanali e Angelica Moresco 22esime in par, un colpo in più Virginia Elena Carta, 39ª (+1). Un pò più indietro Emilie Alba Paltrinieri e Clara Manzalini, 57esime, Letizia Bagnoli 76ª, Bianca Maria Fabrizio e Roberta Liti, 91.e, e Tasa Torbica, 117ª.
    Nel secondo round, la 19venne svizzera Albane Valenzuela del GC Genève, una delle favorite, n. 3 nella classifica mondiale di Amateur, viene applaudita da una folla di sostenitori locali. Raggiunge il punteggio complessivo di 7 punti sotto par per un secondo turno quasi perfetto di 67 (-5), uno dei migliori giri della stagione. Conduce ora, in coppia con l’olandese Zhen Bontan. Ma è l’azzurra Alessandra Fanali a far stupire maggiormente: dal 22°, sale al terzo posto affiancando l’islandese Gudrun Bjorgvinsdottir, a due colpi dalla vetta. È in ottima posizione anche Caterina Don, ottava, e a metà classifica troviamo Letizia Bagnoli, Clara Manzalini, Alessia Nobilio 31esime.
    Terza giro, oggi è previsto il taglio. Continua a farsi ammirare Alessandra Fanali, a un giro dal termine è al secondo posto con 212 colpi (-4). La svizzera Albane Valenzuela, con i parziali degli ultimi due giorni, ha messo una seria ipoteca sul titolo. Ha un vantaggio di sette colpi, ben difficili da colmare per le rivali. Al terzo posto con (-3), un gruppo eterogeneo di 6 atlete di nazionalità diverse. Per l’Italia, sono in buona classifica Alessia Nobilio,13ª (par), Carlotta Ricolfi e Caterina Don 15esime. Seguono le altre, quasi tutte in buona posizione. Purtroppo non hanno superato il taglio, caduto a 222 (+6), Bianca Maria Fabrizio, e Roberta Liti.
    Ultima giornata – In gara son rimaste 72 concorrenti. E come sempre accade, c’è un rimestamento delle carte: A vincere con 280 (73 73 67 67, -8) è la francese Agathe Laisne, dopo una rimonta clamorosa con cui ha recuperato otto colpi alla elvetica Albane Valenzuela. Il decisivo vantaggio lo conquista con un birdie all’ultima buca. Il bronzo, per l’altra elvetica Morgane Metraux. Le azzurre: molto bene per Carlotta Ricolfi, quinta con 285 colpi (-3), e Alessia Nobilio, ottava con 286. Hanno fornito una bella prestazione, terminando tra le top ten di questo International European Ladies Amateur Championship. Buona prova anche di Alessandra Fanali, protagonista per tre turni, che non ha saputo tenere nell’ultimo giro, ed è scesa dalla seconda alla 14ª posizione con 288 (par).
È stata straordinaria la rimonta della Laisne: Dopo le due prime giornate non tanto buone, (73 ), più 1 sopra il par, la diciottenne francese ha tirato fuori la grinta, e ha girato in 67 il terzo e quarto giorno, il punteggio più basso della settimana.
Era in vantaggio la Valenzuela, era quasi scontata la sua vittoria; supremazia persa, con i tre putt alla 17. Birdie entrambe alla18, manca di poco il putt da 20 metri al playoff, assicurata la vittoria per la francese. La svizzera Albane Valenzuela si deve accontentare dell’argento, e la connazionale Morgane Métraux, membro del club ospitante di Losanna, riceve il bronzo. Nel 2018, il Campionato Amatoriale Femminile Europeo,  avrà luogo presso il Penati Golf Resort in Slovacchia.
Con la vittoria, Laisne ha il suo nome inciso sul prestigioso trofeo, guadagna l’esenzione per il  Ricoh Women’s British Open 2018, che si terrà al Royal Lytham & St Annes, nel Lancashire. Paolo Pilla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *