INNOVATIVO FORMAT NELL’EUROPEAN GOLF TEAM CHAMPIONSHIP

Pubblicato il Pubblicato in Golf news

Bronzo per l’Italia nell’European Golf Team Championship (Berlin – Glasgow 2018), l’innovativa competizione che ha visto gareggiare insieme uomini e donne sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, lo stesso percorso scozzese progettato da Jack Nicklaus che ospitò la Ryder Cup 2014, e accoglierà la Solheim Cup nel 2019.
Concordato tra l’European Tour e il Ladies European Tour l’apparato di regole che servivano per metterla in piedi, questa nuova formula competitiva a squadre, è partita.  Dall’8 al 12 agosto si è giocato il torneo, nell’ambito dell’European Championship Glasgow 2018, celebrazione multisportiva, che dal 2 al 12 agosto 2018, comprendeva atletica leggera, nuoto, ginnastica artistica, ciclismo, canottaggio, tuffi, nuoto sincronizzato, triathlon, golf. Si è svolta a Berlino per le gare di atletica, e a Glasgow per altre, ad Auchterarder il torneo di golf. Una bella, interessante pensata, una novità da risonanza, un appassionante rinnovarsi del Golf, da tempo atteso con viva curiosità. Sessantaquattro giocatori in egual misura fra uomini e donne, ogni Paese poteva essere rappresentato da un massimo di tre squadre. I giocatori inglesi, scozzesi, gallesi e nord irlandesi sono scesi in campo come unica nazione, la Gran Bretagna. La selezione, sia per i maschi che per le femmine, è stata determinata dai rispettivi ranking mondiali, nell’intervallo dal 10 luglio 2017 al 9 luglio 2018.
Per quanto riguarda il Golf, ci sono stati tre tornei su 18 buche: maschile, femminile, e misto, a squadre; match play i primi due, foursome il misto. Sedici coppie per il maschile e sedici coppie per il femminile sono state in azione nelle due competizioni match play, nel misto si sono sfidate squadre composte da due uomini e da due donne. Premi: 200.000 euro per squadra ai due team vincitori dei match play, 30.000 euro per la formazione vincitrice del misto.
L’Italia ha partecipato con due squadre maschili: (Italia 1) Lorenzo Gagli-Guido Migliozzi, e (Italia 2) Francesco Laporta-Alessandro Tadini; nel misto ha allineato Lorenzo Gagli-Diana Luna e Guido Migliozzi-Stefania Avanzo.
Nel doppio misto l’Islanda ha dato prova della propria forza, vincendo la medaglia d’oro. La formula foursome, giocata sulla distanza di 18 buche, prevedeva la somma score delle due coppie (un uomo e una donna) schierate da ciascuna squadra. Medaglia d’argento a Gran Bretagna 3, e di bronzo a Svezia 2, che nello spareggio ha superato la Spagna, con un birdie alla prima buca. Non bene l’Italia, che all’ultimo momento ha dovuto cambiare l’abbinamento nella formazione, ed è terminata all’11° posto.
Nel femminile l’oro è andato a Svezia 3 (Cajsa Persson e Linda Wessberg), France 2 ha avuto vinto l’argento, il bronzo è stato per Gran Bretagna 3.
Nel fourball, a conquistare la medaglia d’oro è stata la Spagna (Pedro Oriol-Scott Fernandez), seconda l’Islanda. La coppia di Italia 2 (Laporta-Tadini), giunta in semifinale dopo aver battuto nell’ordine Irlanda per 2/1, Gran Bretagna 2 per 2/1 e Gran Bretagna 3 per 1 up, è stata fermata da Spagna 1 che si è imposta per 2 up. I due azzurri hanno giocato molto bene, ma nelle ultime due buche, a un passo dalla finale, hanno subito il sorpasso degli spagnoli. Nella finale per il terzo posto, Laporta/Tadini sono passati rapidamente in vantaggio fino a 4 up, chiudendo il conto alla 15 con 3 buche di anticipo e 5 punti di vantaggio. Si sono conquistata la medaglia di bronzo, lottando sotto la pioggia contro Spagna 2, ma con evidente supremazia. Seppur di bronzo, la medaglia va a incrementare il successo degli azzurri, che stanno godendo una stagione di soddisfazioni.
A confermare il momento magico dell’Italia, il medagliere che comprende tutte le discipline: L’Italia è terza, ha conquistato 60 podi, superando Francia, Germania e Olanda!         Paolo Pilla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *