INTERNAZIONALI D’ITALIA DILETTANTI MASCHILI E FEMMINILI

Pubblicato il Pubblicato in Golf news

Acaya (Par 71), Donnafugata (Par 72) sono i due splendidi Campi che hanno ospitato i Campionati internazionali dilettanti: nel Salento per i maschi, nei pressi di Ragusa per le femmine. Entrambi con la partecipazione dei migliori amateur d’Europa: Diciotto erano i Paesi di provenienza degli atleti scesi in campo all’Acaya nel torneo maschile con gli italiani più forti, tra cui Massimiliano Campigli, Luca Cianchetti, Giacomo Fortini, Riccardo Leo per dirne solo alcuni. Tra gli stranieri, il francese Victor Veyret Campione uscente. In campo femminile, al Donnafugata, erano undici le nazioni partecipanti. Tra le azzurre, le bravissime Emilie Alba Paltrinieri, e Alessia Nobilio, seconda lo scorso anno. Difende il titolo, la svizzera Rachel Rossel.
In entrambi i tornei c’è il taglio dopo il terzo giro, che lascia in gara per l’ultima frazione i primi sessanta classificati e i pari merito al 60° posto.
La prima giornata, nel torneo maschile sul percorso dell’Acaya G&C, vede leader il serbo Gudelj Branimir (67, -4). Il francese Victor Veyret, Campione uscente, è secondo a (68, -3). L’italiano Luca Cianchetti è al quinto posto con 69 colpi (-2), alla pari con l’inglese David Hague, a due dal leader.
Nel torneo femminile, al Donnafugata, assumono il comando con il par, l’azzurra Alessia Nobilio e l’olandese Zhen Bontan, con un colpo di margine sulle seconde. Tra le top ten italiane, Greta Minetto, Letizia Bagnoli, Caterina Don e Benedetta Moresco, sono seste con 74.
Nel secondo giro, la Nobilio scivola al terzo posto con 147, alla pari di una tedesca, una danese, una svizzera. Il quartetto ha un solo colpo di ritardo dalle due leader, la svizzera Tiffany Arafi e l’olandese Zhen Bontan. Sono in buona posizione le altre azzurre.
Nel torneo maschile allunga il passo lo statunitense Sean Crocker (68 69, -5), che precede il finlandese Sami Valimaki (-3). Perde un po’ di smalto il serbo Gudelj Branimir (-1). Hanno tenuto Giovanni Porta, nono con 144, Pierfrancesco De Col, Andrea Romano e Gianmarco Manfredi, 12esimi con 145. Hanno perso piazza Luca Cianchetti e il francese Victor Veyret campione uscente, 16esimi con 146, nella stessa posizione di Stefano Ciapparelli e a Gregorio Alibrandi.
A un giro dal termine del Campionato, Alessia Nobilio (218 – 72 75 71, +2) torna al comando. L’azzurra ha un colpo di vantaggio sulla danese Karen Fredgaard e sull’olandese Zhen Bontan. Oltre alla Nobilio, altre azzurre possono aspirare al titolo: Alessandra Fanali, Elisa Merello, Letizia Bagnoli, Emilie Alba Paltrinieri, mentre appare più difficile un recupero di Sharon Rossini e di Caterina Don, 12esime, che stanno comunque conducendo una bella gara. Si assiste a tanta imprecisione nella svizzera Rachel Rossel campionessa uscente, che finisce 31ª (+16).
Il taglio, dopo le 54 buche, ha lasciato in gara per il turno finale 60 delle 103 concorrenti al via.
In casa maschile, lo statunitense Sean Crocker (207 -6) ha portato a tre colpi il margine sul finlandese Sami Valimaki. Primo degli italiani è Edoardo Schiavella, settimo con 215, autore di un 66 (-5), miglior score di giornata. Ormai fuori gioco, per il titolo, il transalpino Victor Veyret campione in carica. Subito dietro troviamo Luca Cianchetti, Andrea Romano e Pierfrancesco De Col, 13esimi. Il taglio, fissato a 61, lascia fuori dal giro finale il resto dei 133 giocatori all’appello al nastro di partenza, in rappresentanza delle 17 nazioni rimaste in gara.
Ed eccoci alla volata finale: L’olandese Romy Meekers per le donne, e lo statunitense Sean Crocker per i maschi, hanno vinto i Campionati Internazionali d’Italia disputati rispettivamente in Sicilia e in Puglia. In campo femminile c’è stato bisogno dello spareggio, che ha vivacizzato la conclusione del torneo tra la Meekers e la connazionale Bontan, entrambe con 291 colpi. Istantanea la risoluzione, spareggio superato velocemente dalla Meerkers, con un birdie alla prima buca. Nel torneo maschile, Sean Crocker (277 -7) che aveva assunto il comando nel secondo giro, ha poi progressivamente aumentato il vantaggio, fino a portarlo a cinque colpi sul marocchino Idomar Ayoub (282, -2), rivelazione della gara.
Ottima la prova complessiva delle italiane: Alessandra Fanali e Letizia Bagnoli sono terminate terze, insieme alla tedesca Celina Rosa Sattelkau e alla danese Karen Fredgaard; Emilie Alba Paltrinieri è settima, e Alessia Nobilio nona. Quest’ultima, dopo un inizio di giro da leader, come già leader era stata nel turno iniziale, ha ceduto nel più bello, con un 78 (+6). Peccato!
Altrettanto bene nei maschi: Il migliore degli italiani è stato Edoardo Schiavella, 11° con 288 (+4). Subito alle sue spalle Giovanni Manzoni con 289, Andrea Romano 290, Luca Cianchetti 291, e Dylan De Prosperis con 293.
Nell’insieme, le prestazioni in campo azzurro sono state più che onorevoli.   Paolo Pilla

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *