ONORE AI LOGOS DI CA DELLA NAVE

Pubblicato il Pubblicato in Golf news

È folto il gruppo dei soci di Cà della Nave che gravitano in questa Associazione. Ne fanno parte con spirito di corpo, e con orgoglio. Li unisce il fatto che hanno tutti passato il mezzo secolo di vita, e la fiera adesione alla loro massima, che fa vivere l’agonismo in modo conviviale:
 “COME GOLFISTA NON HA IMPORTANZA CHI SEI O COME GIOCHI, MA COME DIMOSTRI CONSIDERAZIONE PER LE REGOLE, IL CAMPO E GLI ALTRI GIOCATORI”.
È così, infatti, che recita il loro credo, introduzione a tutti i loro comunicati.
LOGOS è l’acronimo del loro titolo: LIBERA ORGANIZZAZIONE GOLFISTI SENIORES, ma se si analizza il termine “LOGOS” dal greco λόγος dal latino verbum, tra i vari significati che la lingua greca dà a questa parola, troviamo stima, apprezzamento, relazione, legame. Ho pensato allora, che ben si adatta questo significato di “LOGOS” al sodalizio, per analogia al loro motto.
È l’aquila il simbolo dell’Associazione, l’aquila del Patriarcato di Aquileia, l’aquila che nel Golf ha il significato del massimo punteggio in una buca.
Sotto l’egida della FIG, la LOGOS si è organizzata in “FVG” (Friuli Venezia Giulia), in cooperazione con le sezioni di Alpen Adria, Lazio, Lombardia, Slovenija, GSV Süd Österreich, e con l’Associazione Cantanti e Musicisti. Sono oltre 800 gli associati nella sua globalità, 350 nell’area triveneta.
La giornata di gara è sempre il mercoledì con partenza shot gun, e si conclude con il classico “terzo tempo”, ripescato dalle sane abitudini di quell’altro sport che va a braccetto con il Golf nell’indurre i giocatori al corretto comportamento: il Rugby.
Lo sviluppo del calendario gare del nostro territorio si è rivolto quest’anno verso due dei challenge dell’Associazione: al “Tour FVG” e a al Tour “Alpen Adria- Patriarcato di Aquileia”. I tornei hanno avuto luogo ai Golf Club di Jesolo, Caorle, Villa Condulmer, Udine, Cà della Nave, Padova, Asolo, Aviano, e in quella bella parte dell’Austria che è la Carinzia a Dellach, Velden, Bad KleinKircheim.
Ecco i vincitori individuali, primi classificati, nel Tour Friuli Venezia Giulia:
nel Lordo                                – Bruno Cogo              (GC Padova)    con 231 punti 
nel netto di prima categoria – Lucia Bonsembiante  (Asolo-Salici)   con 226          
                di seconda               – Luciano Franceschi    (Ca della Nave)       237          
                di terza                    – Giovanni Chinellato  (Ca della Nave)       223
e queste le squadre vincitrici:
Prima              Cà della Nave con 1452 punti 
Seconda          Padova                   1443
Terza               Pordenone             1389         le altre a seguire.
Grande la soddisfazione tra i soci, per la supremazia del Club Cà della Nave, a cui hanno contribuito: Renato Abbadir, Marco Barbiero, Sergio Bettio, Maurizio Busetto, Mauro Cenedese, Giovanni Chinellato (vincitore della terza categoria), Giampietro Compagno, Bruno Ciutto, Luciano Franceschi (vincitore della seconda categoria), Flavio Gaggio, Gabriele Giana, Bruno Gobbo, Loris Gobbo, Giovanni Manente, Mariarosa Marton, Roberto Pavanati, Marina Rossi, Mirco Valleri, Bruno Zan, Galdino Zamengo, Carlo Zorzi. Tutti, nel nutrito gruppo, hanno avuto significato per il successo di Cà della Nave, che dopo nove anni di supremazia di Castel d’Aviano e Villa Condulmer, ha riconquistato il titolo. Il precedente, infatti, era stato vinto nel 2010, Capitano Sergio Masiero, che aveva introdotto la squadra l’anno precedente. Primeggiando sulle otto squadre in lizza nel Tour, Cà della Nave lo ha finalmente strappato a Villa Condulmer che da sei anni se lo teneva ben stretto. Se in prima categoria il gioco dei nostri è stato più che soddisfacente, in seconda, troviamo Luciano Franceschi leader, e Giovanni Manente terzo, e ancora, Giovanni Chinellato in testa alla classifica di terza categoria.
Il challenge del Tour “Alpen Adria – Patriarcato di Aquileia” non è ancora completato, l’ultima gara sarà il 29 c.m. tuttavia i risultati sono ormai chiari. A questo circuito, le cui gare si sono sostenute nei tre percorsi stranieri oltre a tre italiani, la partecipazione di Cà della Nave non è stata numerosa, va detto però che si è distinto Maurizio Busetto, che ha provvisoriamente conquistato la seconda piazza della prima categoria.
La riconoscenza del gruppo per l’ottima riuscita del Campionato va, esternata con un fragoroso virtuale battimano, a Flavio Gaggio, il Capitano responsabile del Circolo che ha saputo condurre la squadra con gli opportuni suggerimenti, e la costante presenza. Tutti inoltre sono concordi nell’ascrivere l’eccellenza a Giuseppe Puggina, dal 2004 presidente dell’Associazione, che con competenza professionale assiduamente segue. L’organizzazione nasce nel 2001 da un’idea dello stesso Puggina e dall’amico Elio Sgorlon, mentre si trovavano in Irlanda al Old Head Kinsale Golf Club. Ne discussero ampiamente, e prontamente realizzarono. L’ Associazione, tra le maggiormente seguite, ha sede in Aquileia in un edificio risalente al XIII secolo. All’epoca aveva funzione di ospitale per i pellegrini che là si recavano. Quell’importante splendido sito, sorto nel 2° secolo a.C., è ora patrimonio dell’UNESCO, per l’unicità della sua area archeologica e la bellezza dei mosaici precristiani che custodisce.             Paolo Pilla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *