WALES OPEN – “UK Swing”

Pubblicato il Pubblicato in Golf news

EUROTOUR – ISPS HANDA WALES OPEN – “UK Swing”

Siamo ancora in Galles, ancora sul percorso del Celtic Manor Resort, a City of Newport, dove si disputa il Wales Open, quinto dei sei eventi “UK Swing”, che mettono in palio l’ingresso nel field del prossimo major, l’US Open, in programma al Winged Foot GC di Mamaroneck (New York), dal 17 al 20 settembre. Sette gli azzurri in campo: Renato Paratore, Andrea Pavan, Edoardo Molinari, Guido Migliozzi, Lorenzo Gagli, Francesco Laporta e Lorenzo Scalise, desiderosi più del premio in denaro, del poter mettere piede sull’US Open. Al momento, Paratore vincitore del primo evento, il British Masters, è quinto. Le assegnazioni avvengono appunto, dopo il Wales Open. Nel field l’inglese Sam Horsfield, leader di questa classifica a punti, a segno la scorsa settimana nel Celtic Classic e in precedenza nell’Hero Open, sarà nuovamente tra i favoriti. Sono in tanti, da seguire, in particolare Haotong Li, primo cinese nella storia ad essere leader in un giro di major. In gara anche il danese Thomas Bjorn, capitano della squadra europea di Ryder Cup vincitrice a Parigi nel 2018 contro gli USA, che ha percorso a piedi 209 chilometri, partendo da Wentworth e giungendo a City of Newport domenica, alla conclusione del Celtic Classic, con lo scopo di raccogliere fondi in favore dell’Unicef Gran Bretagna nella lotta al Covid-19, e per il programma di solidarietà Golf for Good.
 Il montepremi è di 1.000.000 di euro con prima moneta di 156.825 euro.
    In una giornata ventosa, e con soli 25 giocatori sotto par, l’inglese Jordan Smith e lo scozzese Connor Syme, realizzano il miglior score, con un 66 (-5). Quattro gli inseguitori, a due colpi. Ha ceduto, dopo un buon avvio, l’inglese Sam Horsfield, vincitore la scorsa settimana del Celtic Classic sullo stesso percorso. Renato Paratore, autore di una tonica prova, è al settimo posto con 69 (-2). Hanno girato un colpo sopra par, Edoardo Molinari e Lorenzo Scalise, 43.i con 72, e sono oltre la linea del taglio Guido Migliozzi, Francesco Laporta, Andrea Pavan, e Lorenzo Gagli.
Dopo un bogey sulle prime sette buche Paratore ha proseguito con tre birdie. Scalise ha messo insieme cinque birdie, quattro bogey e un doppio bogey e Molinari ha segnato 17 par e un bogey.
Al termine del torneo, i primi dieci classificati dello speciale ordine di merito relativo agli eventi “UK Swing”, avranno un posto nel field del prossimo US Open, in programma al Winged Foot GC di Mamaroneck (New York), e si divideranno un montepremi di 250.000 sterline che ognuno, per la sua quota, devolverà in beneficenza a un istituto a sua scelta, secondo il programma “Golf for Good”. È sicuro di avere uno dei pass Renato Paratore, vincitore del British Masters e quinto al momento nella graduatoria.
    Continua la sua corsa lo scozzese Connor Syme. Rimane solitario al comando con 136 (-6), a due colpi di margine su sei concorrenti. Renato Paratore scende dal settimo al 14° posto, ma si guadagna con anticipo uno dei dieci posti nel field del prossimo US Open, il major in programma al Winged Foot di Mamaroneck, che saranno assegnati, al termine del torneo, ai top ten della speciale classifica relativa al “UK Swing”. Il romano, quinto nella graduatoria, ha già staccato il biglietto insieme ai quattro che lo precedono: Sam Horsfield, Thomas Detry, Andy Sullivan e Rasmus Hojgaard. Per gli altri cinque pass, sarà una volata finale.  Edoardo Molinari sale dal 43° al 21° posto, fa passi in avanti Lorenzo Scalise, a metà classifica, 29°.
Escono al taglio Lorenzo Gagli, Guido Migliozzi, e Francesco Laporta, si è ritirato Andrea Pavan, solo 20 giocatori hanno uno score sotto par.
    Lo svedese Sebastian Soderberg, 29enne di Eksjo, con un 68 (-3) per tre birdie, raggiunge al vertice Connor Syme, 25enne di Drumoig, che evita il sorpasso per un pelo. L’azzurro Edoardo Molinari fa una decisa rimonta, dal 21° posto si porta al quarto, a quattro colpi dalla vetta. Sarà quindi in corsa per il titolo nel giro finale dell’ISPS HANDA Wales Open. Renato Paratore perde 25 posizioni, è 39°, ma è ormai entro i primi dieci. Scivola in retrovia Lorenzo Scalise, 58°, fa ventinove passi indietro. Molinari, risalito con cinque birdie, di cui quattro sulle ultime undici buche, ha la compagnia del belga Thomas Pieters.
    Va inaspettatamente a un francese, l’ISPS HANDA Wales Open. Romain Langasque, 25enne di Grasse, rimontando dalla sesta posizione, vince con 276 (71 68 72 65, -8), il quinto dei sei eventi “UK Swing”. I tre italiani passati al taglio, Edoardo Molinari, Lorenzo Scalise e Renato Paratore, sono al 27° posto.
Langasque è riuscito nell’impresa grazie a un 65 (-6), frutto di sei birdie, con cui si è inserito in quello che sembrava essere un duello tra lo svedese Sebastian Soderberg e lo scozzese Connor Syme. Questi ultimi hanno disatteso la vittoria, per la sventura di mandar la palla in acqua. La cosa ha regalato il secondo posto al finlandese Sami Valimaki, anche se non ha segnato l’eagle che gli sarebbe stato necessario.
È Paratore ad aver la soddisfazione maggiore tra gli azzurri, perché il successo nella prima gara, il British Masters, gli ha permesso di conquistare un posto nel field del prossimo major, l’US Open, di settembre.
Renato Paratore ha concluso la gara con un parziale di 69 (-2) per quattro birdie e due bogey) rimontando dodici posizioni. Ne ha risalite ben 31 Lorenzo Scalise, che ha girato in 67 (-4) con cinque birdie e un bogey. Ha perso invece terreno Edoardo Molinari, quarto dopo tre turni, che ha finito con un 74 (+3), per un birdie e quattro bogey.
Romain Langasque è stato gratificato con un assegno di 156.825 euro su un montepremi di 1.000.000 di euro e anche lui ha ricevuto un pass per l’US Open. Gli altri sono andati a Sam Horsfield, Thomas Detry, Andy Sullivan, Rasmus Hojgaard, Sami Valimaki, Adrian Otaegui, Connor Sime e a Justin Harding. Paolo Pilla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *