WINTER 4 PALLE – CRISTIAN EVENTS

Pubblicato il Pubblicato in Golf news

Rinviata per maltempo la Louisiana a due del giorno 15, che sarà riprogrammata per il 5 di febbraio, domenica 22 gennaio è partita finalmente a Cà della Nave la lunga teoria dei “Cristianevents”, con la gara a coppie “4 palle”. Il regolamento era consueto, quello classico della 4 palle, ma con l’hcp ridotto del 90 %, e con il massimo di 27, come handicap di gioco.

Oltre ai consueti generosi premi, la gara, gratificava le coppie vincenti aggiudicando loro l’ospitalità alla finale nazionale che avrà luogo in aprile proprio a Cà della Nave, privilegiando in ciò ulteriormente i vincitori, perché avranno l’opportunità di giocarsi in casa la sfida che porterà alla finalissima di Santo Domingo.

È opportuno fare chiarezza nel dire a chi ci si riferisce parlando di Cristianevents, al secolo CRISTIAN RIGHI. Grande sportivo, già eccellente calciatore, a un certo punto della sua vita lascia le soddisfazioni che gli vengono dal mondo del Calcio, scopre l’importanza sociale del Golf, lo ammira, ne viene attratto, e ci si butta a capofitto. È un personaggio speciale, il composito Cristian; riesce sempre e comunque ad attirare tante persone alle sue manifestazioni, con una dote di simpatia non comune. E poi trovatemi altre manifestazioni così partecipate, e così tanto generose nei confronti dei giocatori.

La sua specialità consiste nel programmare momenti di gioco particolari, differenti tornei dettati dalla sua fantasia, seppur sempre rispettosi delle Regole del Golf, agoni che di fatto attraggono, divertono chi ne prende parte. Insomma, partecipare ai suoi tornei significa allegria, conoscere e socializzare con persone che arrivano dalle più varie Regioni italiane, qualche straniero, e la concreta possibilità di prendere parte a brillanti vagabondaggi esteri. Non può ovviamente essere da solo a portare avanti un’organizzazione di tale portata: Accanto a lui, sue ombre, ci sono il socio Marco Melli che gestisce la programmazione delle gare in Italia, e Anna Baraldi, responsabile amministrativa a cui non può sfuggire la contabilità, nella sua interezza. È un trio solerte e impegnato, attento a che le manifestazioni organizzate lascino il sapore dell’entusiasmo a tutti i partecipanti, sia che vincano o meno. D’altro canto, si dà il caso che ogni gara è sempre ricca di premi ad estrazione, quelli che talvolta fanno vincere anche me.

Ecco gli eventi di Golf che da 14 anni ormai coprono ogni stagione: Golden Four (4palle), Winter Louisiana, Lousiana Alcenero, i Tornei (dei colori) Jacket (Cream, Pink, Orange, Black, White, Coral, e Brown Jacket), e ancora Winter Challenge, Lousiana Shoot Out. Oltre 300 gare ogni anno, migliaia di persone brave e meno brave, da ogni dove, di ogni età, e molti più di cento che godono dell’ospitalità più completa, nel partecipare alle finali mondiali all’estero. Intendo dire che l’sospite è preso in carico da “Cristianevents” totalmente, dall’aereo alle bibite.

Ed eccoci alla gara: Trentasei coppie non hanno avuto paura del freddo, e hanno fatto onore allo sponsor, impegnato anche lui nel gioco. A dire il vero, era freddo, sì, ma non freddissimo, e per di più abbiamo sempre avuto anche il sole. Certo che il terreno era fortemente ghiacciato, le palle facevano strani rimbalzi, non si fermavano mai, cosa che qualche volta andava anche bene, ma più spesso no. Era curioso vedere i laghi ospitare quella gran quantità di palline sulla superficie ghiacciata.

 

 

Il mio partner era Bottazzin, che ha giocato meglio di me, ma non abbiamo comunque avuto un bel risultato, ché maggior successo aveva lui quando, giovane ufficiale di cavalleria, montava Paprika nei concorsi internazionali. I nostri compagni di gioco invece, Gastaldi e Meggiato, erano più abili di noi, tant’è che sono andati a premio. Sono stato contento, perché se lo son meritato, sono stati un’eccellente compagnia. Corretti, solerti, attenti a dove andavano a finire le palle di tutti. Mi han permesso di godere della giornata, nonostante il risultato scadente.

Oltre ad aver ricevuto premi inneggianti il buon cibo, I giocatori andati a premio come vincitori di prima, seconda, terza categoria, il 1° lordo, il 1° netto, il 1° senior, la prima lady, saranno ospiti dello sponsor alla finale italiana. Ai vincitori secondo netto di tutte tre le categorie, i molto graditi premi di giornata. E poi i premi ad estrazione, che hanno accontentato tutti, ma proprio tutti i giocatori. Dulcis in fundo, questa volta è proprio il caso di dirlo, a dare un tocco finale di simpatica allegria, e di famigliarità, nella festicciola seguita alla premiazione, una bella torta offerta a tutti i giocatori dal Patron, il boss Luigino.                    Paolo Pilla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *